• villa oro
homeenglish

COMMISSIONE E REFERENTI

La Commissione di Coordinamento didattico del MAPA, nella riunione del 18 settembre 2013, ha deliberato all'unanimità, per quanto concerne la regolamentazione dei tirocini esterni, di approntare un Regolamento, e di istituire una Commissione Tirocinio che, con cadenza mensile valuti le attività proposte dagli studenti e ne verifichi i risultati finali.

Tale Commissione Tirocini risulta composta da:

prof.ssa Dora Francese

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

tel. 081.2538423 / 403 / 414

Via Tarsia, 31 - Napoli

prof. Antonio Acierno (fino al 31/10/2017)

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

tel. 081.2538853

Via Toledo, 402 - Napoli

prof.ssa Ileana Corbi (dal 31/10/2017)

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

tel. 081-7683726 - 081-2538774

Via Claudio, 21 - Napoli

prof. Gianluigi de Martino

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

tel. 081.2538657

Via Toledo, 402 – Napoli

Referente amministrativo per i Tirocini:

dott. Fausto Felici, manager didattico dell'Area Didattica di Architettura (ex Presidenza di Architettura)

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

tel. 081.2538048

Palazzo Gravina, 2° piano

Via Monteoliveto, 3 - Napoli

 

PROPOSTE DI TIROCINIO E COLLOQUI FINALI

Nell'ambito degli incontri, la Commissione Tirocini ha il compito di:

1.    verificare le proposte di attivazione di Tirocinio;

2.    autorizzare eventuali proroghe;

3.   accertare l’effettivo e corretto svolgimento del Tirocinio attraverso un colloquio finale con gli studenti che hanno concluso il periodo di attività, procedendo alla ratifica per l'attribuzione dei crediti.

La Commissione si riunisce presso gli uffici della ex Presidenza, Palazzo Gravina, 2° piano, secondo il seguente calendario:

14/03/2017, ore 13.00

11/04/2017, ore 13.00

11/05/2017, ore 12.30

06/06/2017, ore 13.00

04/07/2017, ore 13.00

26/09/2017, ore 13.00

17/10/2017, ore 13.00

14/11/2017, ore 13.00

12/12/2017, ore 13.00

23/01/2018, ore 13.00

20/02/2018, ore 13.00

13/03/2018, ore 13.00

17/04/2018, ore 13.00

15/05/2018, ore 13.00

12/06/2018, ore 13.00

03/07/2018, ore 13.00

25/09/2018, ore 13.00

23/10/2018, ore 13.00

 

 

TIPOLOGIE DI TIROCINIO

Lo studente può scegliere tra le seguenti tipologie di tirocinioA1), A2), B), C):

A) Tirocinio Extramoenia

A1-Tirocinio Extramoenia da svolgersi presso Istituzioni ed Enti Pubblici convenzionati con l'Università Federico II, quali Comuni e Soprintendenze;

A2 -Tirocinio Extramoenia da svolgersi presso soggetti privati, quali studi e società professionali e di servizio, imprese o associazioni convenzionati con l'Università.

Il tirocinio Extramoenia richiede, in entrambi i casi, la formulazione di unprogetto formativo, commisurato al numero di crediti previsto dal CdL e alle corrispettive ore di lavoro, e la scelta didue tutor:uno interno all’Università Federico II (che verrà assegnato al momento della proposta di attivazione di tirocinio, nell'ambito del primo incontro con la Commissione tirocinio) e uno interno alla struttura ospitante.

B)Tirocinio Intramoenia da svolgersi presso le strutture dell'Università Federico II.

Per il tirocinio Intramoenia è previsto un solo tutor, che sarà il docente del CdS o di Ateneo che ha formulato il progetto formativo e che accoglie il tirocinante.

Per istruzioni, modulistica e informazioni di dettaglio consulta la pagina tirocinio intramoenia.

 

NORME CHE REGOLANO IL TIROCINIO

L'Università Federico II, facendosi promotrice di rapporti di tirocinio, assicura i propri tirocinanti contro eventuali infortuni e per la responsabilità civile. Il tirocinio non costituisce rapporto di lavoro e non comporta diritti retributivi o rimborsi spese a favore dei tirocinanti. Per consultare le norme giuridiche che disciplinano la materia vedi la pagina del sitoUNINA

 

CHE COSA È IL TIROCINIO

Il tirocinio è un'esperienza formativa che uno studente svolge presso una struttura convenzionata con l'Università (ente o azienda) per conoscere direttamente il mondo del lavoro.

Il tirocinio ha una finalità orientativa, introducendo lo studente nel mondo del lavoro attraverso un'esperienza diretta. Il Tirocinio ha anche una finalità formativa, in quanto consente di approfondire, verificare ed ampliare le proprie conoscenze nello specifico campo di interesse.

 

DURATA DEL TIROCINIO E PROROGA

Il Corso di Laurea MAPA prevede un Tirocinio formativo curricolare obbligatorio al 2° anno consistente in 100 ore di attività per a 4CFU da svolgersi in un arco di tempo non inferiore a quattro mesi. In corrispondenza del mese di agosto e delle festività di Natale e Pasqua, periodi che prevedono in molti uffici pubblici e privati un evidente rallentamento delle attività e un maggior numero di giorni festivi, si dovrà tenere conto degli effettivi giorni lavorativi. Il tirocinio non può avere una durata superiore ad un anno.

Èprevista la possibilità di integrare i 4CFU del tirocinio con ulteriori 2CFU per attività a scelta, incrementando le attività di 25 ore per ogni eventuale cfu aggiuntivo.

Qualora le ore di attività previste non si concludano nel tempo inizialmente indicato, andrà presentata la richiesta di proroga alla Commissione, tassativamente prima del termine di scadenza del tirocinio.

Il tirocinio termina al compimento delle previste ore di attività, eventualmente anche prima del termine stabilito, purché sia trascorso almeno un mese dall’inizio. Si raccomanda agli studenti di indicare periodi di svolgimento del tirocinio congrui per evitare, laddove possibile, la necessità di richiedere proroghe.

 

DOVE SI PUÒ SVOLGERE IL TIROCINIO

I soggetti che possono ospitare i tirocinanti sono: Pubbliche Amministrazioni, Enti ed Istituzioni, Soprintendenze, aziende, imprese, studi e società professionali e di servizio, associazioni o strutture dell'Università Federico II.

Il tirocinio può esseretirocinio extramoenia, tirocinio intramoenia a seconda che il soggetto ospitante sia esterno o interno all’Ateneo.

Il tirocinio può essere svolto anche all'estero e, in questo caso, si userà la modulistica per la convenzione predisposta in lingua inglese.

 

COSA FARE PER ATTIVARE UN TIROCINIO

EXTRAMOENIA

Lo studente intenzionato a svolgere il tirocinio extramoenia per prima cosa individuerà il soggetto ospitante nell’elenco dei soggetti convenzionati.

In mancanza, prima di iniziare la procedura telematica, si potrà proporre il convenzionamento di un nuovo soggetto rivolgendosi al dott. Fausto Felici presso l’Ufficio di Area Didattica di Architettura.

Lo studente:

1 appurata l’esistenza della convenzione, contatta il soggetto ospitante e si fa compilare, timbrare e firmare il modulo di proposta di tirocinio che sottoporrà alla Commissione per l’approvazione preliminare. Se lo studente non lo indicherà, il tutor universitario gli verrà assegnato dalla Commissione;

2. dopo aver avuto l’assenso preliminare della Commissione, accede alla procedura on-line da: collabora.unina.it (tramite le proprie credenziali di posta elettronica istituzionale) e compila il form che sostituisce il progetto formativo cartaceo, coerentemente con la proposta precedentemente autorizzata dalla Commissione e che rimane agli atti.

La richiesta non potrà essere presa in carico dal sistema se non verranno inseriti tutti i dati richiesti.

Qualora vi fossero difficoltà ad entrare nella procedura on line, occorrerà “resettare” la password evitando che nella stessa compaiano il nome e/o il cognome.

3. inserisce tutti i dati e “salva” il form del progetto formativo. La procedura automaticamente invia al tutor universitario il documento in formato digitale. Il docente, verificato che il contenuto è coerente con quanto stabilito preliminarmente, lo accetta firmandolo in modo digitale.

4. controlla nella sezione “VERIFICA TIROCINI” della procedura che il docente abbia preso in carico la richiesta. Tra i “documenti prodotti” si trova il progetto formativo sottoscritto in formato Word, che deve essere stampato in tre esemplari che devono essere firmati e timbrati dal soggetto ospitante (timbro con la denominazione del soggetto ospitante) e recapitati tempestivamente al dott. Fausto Felici in formato cartaceo.

5. una volta avviato il tirocinio, annota le attività sul libretto del tirocinio extramoenia che verrà progressivamente compilato, e firmato dallo studente e dal tutor aziendale.

Per la conclusione del tirocinio e la ratifica dei crediti, vedi paragrafo: Conclusione del tirocinio.

 

INTRAMOENIA

Il tirocinio intramoenia si svolge presso una struttura dell’Università Federico II (Dipartimenti, Centri interdipartimentali, Uffici dell’Amministrazione centrale, ecc). Lo studente sottopone al tutor il modulo del progetto formativo per la definizione degli argomenti e per la firma e successivamente lo sottopone alla Commissione per l’approvazione. Il tirocinio intramoenia viene definito attraverso il modulo cartaceo e non prevede il ricorso alla procedura on line.

Lo studente, una volta avviato il tirocinio, annota le attività sul libretto del tirocinio intramoenia che verrà progressivamente compilato, e firmato dallo studente e dal tutor aziendale.

Per la conclusione del tirocinio e la ratifica dei crediti, vedi paragrafo: Conclusione del tirocinio.

 

COSA FARE PER ATTIVARE UNA CONVENZIONE

A monte del rapporto di tirocinio extramoenia deve esserci una Convenzione di tirocinio curriculare tra l'Università e il soggetto ospitante. 

Qualora il soggetto presso il quale si intenda volgere il tirocinio non sia convenzionato, lo studente può verificare con il dott. Felici la possibilità di stipulare una nuova convenzione. Il modulo di convenzione va compilato in 2 copie, debitamente timbrate e firmate in originale dal soggetto ospitante. La Convenzione deve essere firmata tassativamente dal legale rappresentante dell'Ente, salvo delega, il cui atto deve però essere allegato alla documentazione inviata all'Università.

Con debito anticipo rispetto alla data ipotizzata di inizio, le copie della Convenzione dovranno essere consegnate in formato cartaceo al dott. Fausto Felici, Area Didattica di Architettura (ex Presidenza, Palazzo Gravina,Via Monteoliveto 3, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ; tel. 081 2538048)  che provvederà a trasmettere la documentazione al Rettore, soggetto deputato alla firma per l'Università.

Si precisa che esistono Convenzioni Quadro stipulate dall’Università con:

-  l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Napoli;

-  l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Salerno;

-  l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Avellino;

-  l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Benevento.

I professionisti iscritti ad uno di questi Ordini - in qualità di persone fisiche, singoli professionisti, e non di società tra professionisti o di associazioni (es studi associati) - possono accogliere tirocinanti senza dover stipulare una specifica convenzione.

Nel caso in cui il Soggetto Ospitante individuato dallo studente fosse un libero professionista iscritto a uno degli ordini sopra elencati, lo studente indicherà nel form quale “Soggetto Ospitante” il relativo Ordine e quale “Tutor aziendale” il professionista. Nel campo: “indirizzo di svolgimento del tirocinio se diverso dalla sede legale”, riporterà nome e cognome dell’architetto e l’indirizzo dello studio.

 

CONCLUSIONE DEL TIROCINIO

Al termine del tirocinio e per la ratifica dei crediti, lo studente dovrà sostenere un colloquio con la Commissione Tirocinio (contattando preventivamente la prof.ssa Dora Francese) nell'ambito del quale dovrà relazionare sull'attività svolta.

In tale occasione consegnerà il Libretto del Tirocinio, il questionario del tirocinio e una relazione per descrivere l'attività svolta. La relazione dovrà riportare il nome del Tirocinante, l’Ente presso il quale si è svolto il tirocinio, il periodo e dovrà illustrare l'attività e le ricadute sul piano formativo, con approfondimenti connessi agli obiettivi del tirocinio, indicando nello specifico quali sono stati i risultati in termini di apprendimento attraverso casi concreti di cui si è avuta esperienza diretta.

La relazione dovrà essere redatta in Carattere Times New Roman, corpo 12, dovrà avere un'estensione di non meno di 6.000 battute e potrà essere accompagnata da immagini elaborate nel corso del tirocinio.

La Commissione Tirocinio, dopo aver verificato l’effettivo e corretto svolgimento del tirocinio, ratifica l'attribuzione dei crediti.

 

RICHIESTA DI PROROGA

L'eventuale proroga del tirocinio comporta la prosecuzione del rapporto precedentemente avviato tra gli stessi soggetti, con i medesimi contenuti formativi. Può consistere in una semplice dilazione del termine finale e/o in un’integrazione delle ore di tirocinio per conseguire fino ad ulteriori 2 cfu per attività libere, se non già richiesti nell’originario progetto formativo. La richiesta di proroga deve essere presentata tassativamente almeno venti giorni prima che termini il tirocinio in corso ed entro questa scadenza deve anche essere, eventualmente, accolta dalla Commissione. La richiesta di proroga verrà presentata al dott. Fausto Felici presso l’Ufficio di Area Didattica di Architettura attraverso l’apposito modulo e la durata complessiva delle attività, in ogni caso, non potrà eccedere i 12 mesi.

 

Webstaff | Regolamento | Mappa del Sito | © DiARC Dipartimento di Architettura via Toledo, 402 - 80134 Napoli ITALY | fax +39 081 2538717 | P.IVA 00876220633